Select Page

I PUGNI IN TASCA / FISTS IN THE POCKET

SINOSSI | IT

In una vecchia villa di provincia quattro fratelli vivono con la madre non vedente: Leone è affetto da ritardo mentale; Alessandro soffre di paranoia e di crisi epilettiche; Giulia è attratta morbosamente dal fratello maggiore Augusto. Alessandro decide di liberare il fratello maggiore dal peso della famiglia “deviata” uccidendo prima la madre e poi Leone, confidando nella complicità morbosa che lo lega alla sorella. Il sorprendente e violento esordio di Marco Bellocchio infierisce con rabbia e dolore contro la famiglia, il cattolicesimo e tutti i capisaldi della borghesia italiana.

SYNOPSIS | EN

Four siblings live with their blind mother in a villa in the Apennine Mountains in the Italian region of Emilia: Leone is mentally retarded; Alessandro suffers from epilepsy and has vivid dreams; Giulia is seemingly normal, but is in fact attracted to her brother, Augusto. Alessandro decides to free Augusto of the “abnormal” part of the family. He kills his mother first and then Leone as well, trusting in Giulia’s complicity. The astonishing and violent debut from Marco Bellocchio was a gleaming ice pick in the eye of bourgeois family values and Catholic morality.

NOTE DI REGIA | IT

Volevo raccontare una storia molto personale, nella quale potessi riconoscermi. Pensai a un tema che aveva attraversato la mia adolescenza, quell’aspetto infelice della vita di famiglia in cui alcuni, soprattutto mio fratello Paolo, distruggevano ogni possibilità di gioia, obbligandomi a nascondermi. In partenza c’era il protagonista, che vuole restare in famiglia e dominarla eliminando i fratelli ‘imperfetti’ o improduttivi. Poi ho costruito gli altri personaggi, in particolare la madre. Alcune cose venivano dalla mia famiglia, altre erano frutto di fantasia. Ho attinto anche alla mia cultura, un po’ al surrealismo, un po’ alla letteratura, un po’ a quel che era diventata la mia vita. La storia è nata così.

Marco Bellocchio

DIRECTOR’S COMMENTS | EN

I wanted to tell a very personal story in which I could recognise myself. I thought about a theme that threaded through my adolescence, the unhappy side of family life – featuring people like my brother, Paolo, who destroyed all possibility of happiness at home and made me hide myself away. There was this protagonist at the centre who wants to stay in the family and dominate it by getting rid of the
brothers who are flawed and who
are not productive. Then I created
other characters, the mother in
particular. Certain things are drawn from my family, others from my imagination. I also drew
from my culture, and a little from
surrealism, literature, and from what my life had become. That’s how the story came into being.

Marco Bellocchio

CAST


Lou Castel | Alessandro

Paola Pitagora | Giulia

Marino Masè | Augusto

Liliana Gerace | madre

Pier Luigi Troglio| Leone

Lidiya Liberman | Benedetta

Jennie MacNeil | Lucia

CREW


scritto e diretto da / written and directed by Marco Bellocchio

prodotto da / produced by Enzo Doria per Doria Cinematografica

montaggio / editor Aurelio Mangiarotti [Silvano Agosti]

direttore della fotografia / director of photography Alberto Marrama

musiche / original music Ennio Morricone

scenografia / production design Rosa Sala

costumi / costumes Gisella Longo

DATI TECNICI / TECHNICAL DATA


durata / length 105 min

lingua originale / original language Italian

VERSIONE RESTAURATA / RESTORED VERSION (2015)


Produzione / Production : Kavac Film con Fondazione Cineteca di Bologna e il sostegno di Giorgio Armani / Kavac Film with Fondazione Cineteca di Bologna with the support of Giorgio Armani

Restauro effettuato presso / Restored by presso il laboratorio/ laboratory  L’Immagine Ritrovata –  Cineteca di Bologna

Distribuzione italiana / Sales (Italy) : Fondazione Cineteca di Bologna

Distribuzione francese / Sales (France): AD VITAM Distribution

Distribuzione internazionale / World Sales : The Match Factory